Fitomedicina

La fitomedicina

La Fitomedicina, di cui la fitoterapia è l’applicazione pratica, è la disciplina medica che si serve delle piante e dei loro derivati per scopi medico-terapeutici.
Non è considerata una medicina alternativa vera e propria in quanto i principi attivi contenuti nelle piante sono riconosciuti e sfruttati anche dalla medicina scientifica tradizionale.
Non tutta la medicina popolare può essere inclusa nella Fitoterapia perchè molte conoscenze tradizionali ed empiriche sono state nel tempo confermate, smentite o modificate dalle verifiche scientifiche (studi farmacologici, trials clinici, fitosorveglianza, farmacovigilanza, etc.)

Le piante sono le principali fornitrici di sostanze medicamentose. Non potendo sfuggire ai loro predatori, per proteggersi esse hanno dovuto sviluppare innumerevoli sostanze repellenti, tossiche, ormonoregolatrici, digestionevarianti ecc. La medicina popolare si serve di queste sostanze da tempi immemorabili. Ippocrate citava il rimedio come terzo strumento del medico accanto al tocco e alla parola.
Un classico esempio di rimedi fitoterapici è dato dagli olii eterici o essenziali prodotti dalle piante, che servono a loro stesse come fungicidi, battericidi, virostatici, pesticidi e come difese fetenti.

Un’altra classe sono le sostanze che modificano la fisiologia dell’apparato digerente del predatore: lassativi e congestivi; un’altra classe ancora sono sostanze che variano il sistema ormonale o i trasmettitori neuronali di predatori come alcaloidi ecc.
L’arte di preparare fitorimedi, l’antica disciplina dei farmacisti o speziali, si chiama “Galenica” (dal nome del medico dell’antichità Galenus).

Il prezioso aiuto che le piante possono dare alla terapia è fuori discussione e nulla ha a che fare con lo sfruttamento promozionale di piante ed erbe di cui si vantano proprietà terapeutiche non documentate e di cui si ignorano i pericoli da lievi a mortali. La grande carenza di una regolamentazione, frenata da evidenti interessi commerciali, contribuisce alla confusione.
E’ bene che la gente si renda conto che la equazione “naturale=benefico” è solo un tranello per coinvolgere la gente semplice che ha qualche problema.
Rileva il Direttore del Mario Negri che anche i virus sono naturali. Aggiungiamo che i funghi velenosi, che sono naturali e di buon sapore, possono uccidere.
La fitoterapia richiede competenza e serietà ed esclude l’autoprescrizione se non si vuole incorrere in grossi guai.