Fototerapia

La fototerapia

La fototerapia consiste nell’esposizione programmata di un individuo ad una fonte di luce artificiale ad alta intensità luminosa.
L’unità di misura della quantità di luce è il lux (lm/mq). In pratica, 100 lux equivalgono alla quantità di luce emanata da una lampadina da 100 watt e guardata da una distanza di un metro e mezzo in una stanza priva di altre fonti di illuminazione. All’esterno, normalmente durante una giornata di sole, si possono misurare valori di illuminamento compresi tra i 50.000 e i 100.000 lux.
I principali studi con la Terapia con la Luce sono stati effettuati con un illuminamento di 2.500 – 3.000 lux a livello dell’occhio. Successive verifiche hanno messo in evidenza come l’effetto terapeutico non si modifichi superando i 10.000 lux.

Come agisce

La luce colpendo gli occhi giunge nella retina dove viene convertita in impulsi elettrici da milioni di cellule chiamate fotorecettori. Questi impulsi viaggiano lungo il nervo ottico e giungono al cervello dove stimolano l’ipotalamo che a sua volta invia i messaggeri chimici chiamati neurotrasmettitori a regolare le funzioni autonome dell’organismo.

 

fototerapia