Mountain Bike

Nel percorso culturale, quasi filosofico, che sta cambiando il modo di intendere le vacanze, completamente immerse nel bosco, quindi nella natura trasformandole da un’occasione di ostentazione e di lusso in una coinvolgente riscoperta di valori essenziali, la bicicletta è diventata protagonista assoluta. Sono tanti coloro che hanno riscoperto, o stanno riscoprendo l’emozione che si prova ogni volta che si parte in bicicletta.
Un’ultima occhiata alla cartina stradale, le mani sul manubrio, le prime pedalate, la bicicletta prende velocità, la strada si apre davanti e non si sa dire quali meraviglie svelerà.
Il paesaggio comincia a scorrere lentamente, giusto la velocità che consente di apprezzarlo nei dettagli, e non come una macchia confusa che scorre via dietro i finestrini Viaggiare…spingere sui pedali con un movimento regolare, la sensazione di salute che dà un esercizio fisico rilassato, che non richiede strappi, né movimenti bruschi, né sforzi intensi, i polmoni che si ossigenano, il sole sulla pelle, il vento nei capelli.

Le salite…il ritmo della pedalata che diventa un po’ più lento, il cambio che scatta finché non si trova il rapporto giusto, il paesaggio che, un po’ alla volta, assume una prospettiva diversa, man mano che ci alziamo, che saliamo in quota. Ci si rende conto che anche il bosco cambia…

E arrivati in cima, guardare giù e pensare: “Incredibile. L’ho fatto io, senza motore, senza l’aiuto di nessuno” poi planare giù, in discesa, che è come volare ad un metro da terra, nel silenzio turbato solo dal discreto frusciare delle ruote. E’ come rivedere a cinema la seconda volta lo stesso film. Sensazioni provate nel Parco di Gallipoli Cognato e delle Piccole dolomiti Lucane, terra ricchissima di angoli suggestivi, di paesaggi mozzafiato, di memoria storica, è il luogo ideale per provare l’emozione di un viaggio in bicicletta, sulla strada o in mountain bike…o addirittura per chi preferisce l’estremo può provare il biketrail…